Nuova Caledonia, biodiversità planetaria

by Daniela Tinè


La Nuova Caledonia è la terza isola dell’oceano Pacifico, dopo la Papua Nuova Guinea e la Nuova Zelanda.
E’ un vero e proprio santuario della biodiversità planetaria, grazie alle due 3500 varietà di piante. Oltre ad ospitare la Amborella Trichopoda, la più antica tra le piante del pianeta, la Nuova Caledonia è considerata un vero e proprio fossile vivente.
La biodiversità marina conta 9372 specie identificate, tra le quali alcune specie rare ed endemiche.
La sua barriera corallina è un gioiello naturale, essa copre una estensione di 23.000 KMQ, e per questo è la seconda sul pianeta dopo quella Australiana; nel 2008 questa area è stata inserita nella lista del patrimonio dell’Unesco.

Nuova Caledonia

Il clima è tropicale, con temperature medie tra i 15 gradi e i 32, che variano in base alle stagioni; il periodo migliore per visitare questa destinazione va da aprile a novembre, mesi che corrispondono all’inverno Australe, anche perché la stagione estiva è interessata da Cicloni.
La Nuova Caledonia è e rimarrà un territorio francese d’oltremare. Al referendum che si è tenuto nella notte del 4 Novembre 2018 hanno vinto i “No” all’indipendenza dalla Francia, ottenendo il 56,4 per cento dei voti e confermando la tendenza rilevata nei sondaggi delle ultime settimane.
Noumea è la capitale amministrativa della Nuova Caledonia e, con i suoi quasi centomila abitanti, è anche il maggiore centro abitato. La città sorge lungo la costa sud-occidentale della Grande Terre, l’isola principale e più estesa del Paese, e dispone di due aeroporti: il più grande, Noumea La Tontouta (NOU), si trova a circa 40 chilometri a nord della città ed accoglie tutti i voli internazionali, mentre il più piccolo, Noumea Magenta (GEA) dal quale operano tutti i voli nazionali per le isole minori, tramite aerei turboelica.

Isola dei Pini

Infine, l’isola dei Pini è probabilmente l’attrazione più famosa. Così chiamata e celebre nel mondo per le sue araucarie, dei pini marittimi tipici del Pacifico, è altresì celebrata come meta ideale di vacanze per via della centinaia di isolotti e banchi di sabbia bianca corallina che costellano i litorali dell’isola.


Lascia un commento