Loira: castelli e residenze reali

by Teresa Torsello


La Valle della Loira, in Francia, è famosa innanzitutto per i castelli che i monarchi francesi vi costruirono come loro dimore estive.
Questa area è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco proprio per queste lussuose residenze. Se ne contano oltre 300. Alcuni dei castelli della Loira furono costruiti dai re; la costruzione di altri fu invece voluta dai nobili che formavano la corte reale.
Tutti i castelli vantano dei parchi meravigliosi, con aiuole, viali e fontane; per questo sarebbe consigliabile visitarli nella bella stagione. In questo modo potrete
godere dello spettacolo della fioritura.
I castelli della Loira più famosi e visitati sono senza dubbio Chambord e Chenonceau, ma ce ne sono molti altri che meriterebbero una visita. Se avete tempo, visitate anche Amboise, Cheverny e Villandry!
Il castello di Chambord è il più grande tra i castelli della Loira; esso è situato in un parco enorme, oltre 5440 ettari. Vi hanno soggiornato molti personaggi illustri: oltre ai re francesi Francesco I e Luigi XIV, anche Moliere e Leonardo da Vinci furono ospiti di questa lussuosa dimora.

Il Castello di Chenonceau è un autentico gioiello architettonico, infatti è Monumento Storico di Francia dal 1840. La storia di Chenonceau è abbastanza complessa, poichè esso fu ampliato e arricchito da diversi personaggi della famiglia reale francese. Tra questi l’amante del re Enrico II, Diana di Poitiers, che volle la realizzazione del ponte sul fiume. Anche Caterina de Medici visse in questo castello, ampliando i giardini già esistenti.
Il castello di Amboise deve la sua fama alla cappella di Saint-Hubert, dove riposerebbero i resti di Leonardo da Vinci. Si dice che egli abbia trascorso i suoi ultimi anni in questo castello della Loira.
Il Castello di Villandry vanta i giardini più particolari; le sue aiuole non sono composte solo da fiori ma anche da verdure. Per esempio potete ammirare il giardino di carciofi, quello di sedano e così via.


2 thoughts on “Loira: castelli e residenze reali

Lascia un commento