Cancale, il regno delle ostriche.

by Teresa Torsello


Cancale è una cittadina sul mare della Bretagna, situata proprio al confine con la vicina Normandia.
E’ una località piuttosto famosa: le ragioni della sua fama sono molte, ma probabilmente la più importante sono le sue coltivazioni di ostriche. Proprio per questo, ha ricevuto il prestigioso titolo di “Capitale del Gusto”.
Cancale si trova all’imboccatura della baia del Mont Saint Michel; di conseguenza anche questa cittadina è soggetta all’eccezionale fenomeno delle maree.
E’ veramente uno spettacolo vedere quando le barche dei pescatori ancorate nel porticciolo sono completamente in secca perchè la marea si è ritirata per chilometri. La cittadina è il secondo sito al mondo quanto a intensità del fenomeno della marea.
Ma è proprio a causa del ciclo della marea gli allevamenti di ostriche prosperano nella zona. Quando la marea è bassa, potrete vedere i cosiddetti “parc à huitres” situati proprio a riva. E vedrete anche dei trattori che si muovono sulla spiaggia per raccogliere e trasportare le ostriche.

E’ anche divertente vedere gli abitanti del luogo (ma anche alcuni turisti) che passeggiano sulla sabbia e racolgono cozze, molluschi e pesciolini che sono rimasti in secca al ritirarsi della marea.
Dove gustare le ostriche? Praticamente dappertutto! Potete scegliere di accomodarvi in un ristorante e consumare comodamente il vostro pasto; ma potete anche recarvi in una delle tante bancarelle che trovate  sul lungomare di Cancale. Lì, potrete ordinare tutte le ostriche che volete e consumarle osservando il mare. Insieme alle ostriche, vi verrà fornito del limone e se lo desiderate anche un bicchiere di buon Muscadet.
Potete scegliere le ostriche più piccole e quindi più economiche, oppure potete optare per la pregiata “Cancalaise”, molto più grossa e di conseguenza più costosa.
Sempre a proposito di ostriche, potrebbe interessarvi un giro alla Ferme Marine. Si tratta di un allevamento-museo, dove potrete effettuare una visita guidata e dove vi saranno fornite interessanti informazioni relativamente alla produzione di ostriche.


Lascia un commento