Waitomo Caves – Nuova Zelanda

by Teresa Torsello


Le Waitomo Caves sono un complesso di grotte calcaree visitabili, e sono situate in Nuova Zelanda, nell’isola del Nord. La loro formazione ha avuto inizio circa 30 milioni di anni fa, ed è dovuta all’erosione dell’Oceano Pacifico. Queste grotte attirano migliaia di visitatori all’anno, sia dalla Nuova Zelanda che dal resto del mondo. Vengono considerate un must da includere in un itinerario in questa nazione.
Vengono chiamate anche Glowworm Caves, cioè grotte dei vermi luminosi. Questo secondo nome ha una motivazione molto semplice. All’interno delle grotte si trovano migliaia di “Arachnocampa luminosa”, cioè delle larve di insetto che emettono luminescenza.


Le Waitomo Caves possono essere attraverste in barca. Immaginate la sensazione di attraversare le grotte nel silenzio, scivolando sul fiume Waitomo, e di ammirare la luce emanata da queste larve.
Le grotte furono esplorate per la prima volta nel 1889 dal locale capo Maori Tane Tinorau e da un geologo inglese, Fred Mace. La locale popolaziona Maori era a conoscenza dell’esistenza delle grotte, ma esse non erano mai state esplorate in precedenza. Dotati di torce e di una rudimentale imbarcazione, essi entrarono nelle grotte.
Notarono immediatamente la miriade di minuscoli puntini luminosi sul soffitto delle grotte. Mentre i loro occhi si abituavano all’oscurità, videro il riflesso delle luci sull’acqua. Si fecero strada lungo il fiume finchè non furono in grado di lasciare la zattera e raggiungere il fondo delle grotte.
In seguito, orgogliosi della loro scoperta, tornarono numerose altre volte. Fu il capo Tane Tinorau che scoprì il livello superiore ed una seconda entrata molto più comoda raggiungibile via terra durante una perlustrazione che fece da solo.


E’ proprio questa l’entrata che viene utilizzata oggi dalle migliaia di visitatori che si recano alle grotte ogni anno. Verso il 1889 Tane Tinorau aprì le grotte ai turisti. Il numero delle persone interessate cresceva in continuazione, così il Capo Maori e sua moglie cominciarono ad accompagnare piccoli gruppi già nella grotta in cambio di una piccola tassa. nel 1906, l’amministrazione della grotta venne rilevata dal Governo.


Lascia un commento