Parco Nazionale Aoraki – Nuova Zelanda

by Teresa Torsello


L’Aoraki misura 3724 metri ed è la montagna più alta della Nuova Zelanda. Un tempo il suo nome era Monte Cook, ma a sottolineare la sua importanza, questo venne cambiato con il nome maori, il cui significato è “colui che buca le nuvole”. Le popolazioni locali considerano ancora sacra questa montagna.
Anche questo parco fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.
Si trova all’interno dell’omonimo parco, nell’Isola del Sud. Il parco non è particolarmente vasto, misura infatti 700 chilometri quadrati, ma è particolare poichè una vasta parte è costituita da ghiacciai. Quasi tutti i laghi d’inverno congelano di inverno accrescendo il fascino della zona.
Il clima nel parco Aoraki è particolarmente imprevedibile. Pertanto, prima di programmare la vostra visita, è opportuno informarsi sulle condizioni meteo.
Infatti non è improbabile che la montagna sia avvolta da una densa cappa di nubi e quindi esiste il rischio di vedere poco.
Per lo stesso motivo, se intendete lasciare i percorsi stabiliti, dovete comunicarlo in anticipo al centro visitatori; nel caso ce ne fosse la necessità, questo consentirà di avviare le ricerche tempestivamente.

Aoraki National Park

Le attività che potete svolgere nel parco Aoraki sono molte: soprattutto potete svolgere escursionismo e d alpinismo. Ma siate consapevoli che entrambe le cose richiedono una buona preparazione atletica; se pensate di non essere all’altezza, limitatevi a delle tranquille e rilassanti passeggiate.
Un consiglio: provate ad effettuare l’escursione di Hooker Valley; è infatti relativamente semplice e pertanto aperta a tutti.
E se siete in forma smagliante, potreste tentare l’escursione fino a Sealy Tarn. E’ decisamente più faticosa, ma una volta raggiunta la cima, potrete godere di una vista spettacolare sulle cime innevate e sul Monte Cook.
Non perdetevi una visita al Lago Pukaki, se le condizioni meteo lo consentono potrete ammirare le più alte vette della Nuova Zelanda riflesse nelle limpide acque del lago.
Inutile sottolineare che per effettuare la visita del parco, è necessario indossare abbigliamento caldo e scarpe super comode!


Lascia un commento