Il Castello di Predjama

by Teresa Torsello


Il Castello di Predjama è un castello unico nel suo genere, in quanto è stato costruito a ridosso di una grotta carsica che lo rende praticamente inespugnabile.
E’ una sorprendente fusione tra roccia e pietra, tra ciò che la natura ha creato e ciò che è stato costruito dall’uomo.
E’ situato a 9 chilometri dalle famose grotte di Postumia, e potete acquistare un biglietto unico per le due attrazioni, risparmiando sul prezzo.
Il castello è molto antico, ha circa 800 anni; esso venne costruito dal Cavaliere Erasmo Lueger e per questo motivo il castello viene anche chiamato Castello Lueghi.
Il Cavaliere Erasmo aveva ricevuto il titolo nobiliare di Barone dall’imperatore Federico III d’Asburgo; ma il suo passatempo preferito erano le razzie e ruberie, dopo le quali si rifugiava nel castello. Quando l’imperatore venne a conoscenza delle sue losche attività, cercò di arrestarlo, ma senza successo.

L’astuto Barone Erasmo aveva scoperto un sistema di cunicoli sotto alla grotta che ospitava il castello di Predjama. E tramite essi, riusciva a dileguarsi e a sfuggire all’Imperatore. Fu solo quando un suo servo fece la spia che il barone fu catturato. Si dice che il suo corpo sia stato sepolto nel centro del paesino.
Si accede al castello percorrendo un ponte levatoio, poi inizia la visita vera e propria. Ci vuole un’ora circa per vedere gli interni, anche perchè solo alcune delle sale del castello sono ancora arredate, anche se in modo molto spartano. Interessanti sono le prigioni e la sala delle torture (se vi piace il genere), ed una cappella.
E’ possibile vedere anchè l’ingresso ai cunicoli che Erasmo utilizzava per dileguarsi.
E poi salite sui bastioni, non solo per godervi il panorama circostante, ma anche le armi di difesa che servivano a proteggere il castello da eventuali assedi!
Ricordate anche che l’interno del castello è estremamente freddo e umido, ed è opportuno avere una giacca anche se la vostra visita avviene d’estate.


2 thoughts on “Il Castello di Predjama

Lascia un commento