Creta, l’isola di Minosse

by Daniela Tinè


Creta è la più grande isola greca, di forma rettangolare, con 260 km di lunghezza e circa 60 di larghezza. Separa il mare cretese dal mar libico. Ogni estate Creta si accaparra una grossa fetta dei turisti diretti in Grecia.
L’isola è piena di verde e ha circa 60 giorni di pioggia ogni anno. Creta è una terra di contrasti: ha spiagge tropicali ma anche alte montagne le cui cime sono innevate d’inverno. Ha una città come Heraklio, che soffre di problemi di congestione da traffico, ma anche una miriade di paesini molto pittoreschi e tranquilli. Il paesaggio è molto vario: a tratti è desertico soprattutto lungo la costa del mar Libico

Palazzo di Knosso

Si narra che Minosse, re di Creta, chiese a Poseidone di ricevere un toro per poi sacrificarlo al dio stesso. Poseidone acconsentì donando un bellissimo toro bianco. Talmente bello che Minosse decise di tenerlo nella sua mandria e di sacrificare al dio un altro comune toro. Poseidone, adirato, fece innamorare perdutamente Pasifae, moglie di Minosse, del toro bianco e dalla loro unione nacque il Minotauro.
Tappa d’obbligo quando se ci si reca a Creta, è il palazzo di Cnosso, esso copriva una superficie di 22.000 mq, contava due o più piani ecco perché chiamato”Labirinto”.
Chi la fà da padrone qui, è la spiaggia più fotografata da tutte le riviste del mondo e la più affascinante, Balos;  la laguna di Balos è separata dalla baia da una lingua di sabbia che unisce il promontorio di Corido a Capo Tigani.
La baia e la laguna di Balos si trovano sul versante occidentale del lungo promontorio disabitato di Còrico a 12 km dall’ultimo insediamento abitato di Kaliviani,che dista cinque chilometri dal parcheggio di Balos; la strada è tutta sterrata, e ci si arriva dopo una mezz’ora buona anche se sono solo 5km da percorrere.

Spiaggia di Elafonissi

L’altra meraviglia è la spiaggia di Elafonissi, la regina delle spiagge della costa ovest di Creta, forse la più bella spiaggia di Creta, infatti viene definita come Caraibica. In realtà chiamarla spiaggia è quasi riduttivo, è come se fosse una piscina naturale grandissima e calmissima, dalle acque transparenti. E’ stata dichiarata area protetta, e per fortuna nulla è stato costruito.


Lascia un commento