Mont Saint Michel – Normandia

by Teresa Torsello


Il Mont Saint Michel è uno dei luoghi più famosi e visitati non solo di tutta la Francia, ma di tutto il mondo. Nel 1979 dall’UNESCO lo ha dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Si trova in Normandia, in una zona fortemente influenzata dalla marea, su un isolotto “tidale”; questo significa che è un’isola solamente quando la marea è alta. Quando la marea scende, esso potete raggiungerla anche a piedi.


Il nome Mont Saint Michel deriva dall’abbazia benedettina che essa ospita la cui costruzione iniziò a partire dal X secolo. In seguito, altre parti ed ampliamenti furono aggiunti, in stili non sempre uniformi. La scelta di questo luogo per la costruzione dell’edificio sacro non fu casuale, ma ponderata e strategica. Infatti essendo isolata dal mare, l’abbazia diventava inespugnabile.
L’abbazia è dedicata a San Michele Arcangelo e, fino al periodo della riforma protestante, essa vide l’arrivo di molti pellegrini.
Visitare il Mont Saint Michel è un’esperienza emozionante, anche se un pò faticosa. Innanzitutto il parcheggio è abbastanza distante dal monte, quindi dovrete camminare un pò prima di raggiungere l’ingresso. Percorrerete un ponte che collega l’isola alla terraferma e che permette di raggiungerla anche nei momenti di alta marea. Eventualmente potete anche prendere la navetta.


Dovrete attraversare il piccolo villaggio che è nato ai piedi del monte, dove c’è un’unica strada che dovrete percorrere per raggiungere l’abbazia, la Grande Rue.
Essa è davvero stretta  e quasi sempre affollata da turisti, quindi procedere sarà un pò difficile. Inoltre, la salita è piuttosto ripida, infatti il punto pià alto è di 92 metri sul livello del mare. Se consideriamo anche la statua del santo che si trova sulla cima dell’abbazia, l’altezza sale a ben 170 metri.
In ogni caso, la vista che si gode dall’alto è veramente spettacolare e merita la fatica che farete per raggiungere la cima!


Lascia un commento