Rock Garden – Oman

by Alessandra Grasselli


ROCK GARDEN

La regione di Al Wusta, la seconda per estensione dell’Oman, si trova nel centro del Sultanato tra il deserto di Rub Al Khali (il quarto vuoto) e l’Oceano Indiano.
Qui troverete chilometri di spiagge bianche deserte, piccoli villaggi di beduini che durante i mesi invernali si dedicano alla pesca e durante quelli estivi si spostano all’interno per raccogliere datteri e allevare animali, un vero paradiso per gli amanti della natura.


A Mahoot e a Khalufammiriamo la pesca e i locali ci accolgono con il sorriso e l’ospitalità omanita di sempre. Pressochè a metà strada tra Muscat e Salalah, lungo la strada 32 si arriva a Dqum, nulla di più di un gigantesco cantiere: polvere, escavatori, camion e aree in costruzione non lasciano presagire una vista così unica ed emozionante: Rock Garden.
Arrivarci, se non si è più che pratici della zona, è in effetti un’impresa! I cartelli scarseggiano e bisogna destreggiarsi tra strade nuove e sterrate. Giunti nel parcheggio ci danno il benvenuto diversi cani randagi che si limitano a abbaiare e ad  avvicinarsi a noi. Si accede tramite un cancello ad un’area di circa 3 kmq e già all’ingresso sembra di camminare su un altro pianeta.


Rock Garden è stato scoperto solamente nel 2009 durante una missione esplorativa della Earth Secrets Company e ad oggi è uno dei più rari giardini naturali di roccia del mondo. Le formazioni rocciose di morbida arenaria si sono formate circa 40 milioni di anni fa da una falda acquifera sotterranea e ridotte dal vento hanno lasciato strani massi rotondi e massi che sembrano sfidare la gravità: un capolavoro artistico della natura!


Rock Garden è uno dei primi venticinque siti di importanza scientifica geologica del Sultanato dell’Oman. Per poterlo ammirare al meglio, l’ideale è dedicarvi alcune ore, soprattutto al tramonto o all’alba, quando il sole colora le rocce con dei riflessi particolari.

Related posts:


2 thoughts on “Rock Garden – Oman

Lascia un commento