Masirah Island
A circa 500 km a Sud di Muscat, al largo dell’Oceano Indiano, nel Mar Arabico, si trova l’isola di Masirah, la più grande del Sultanato, già nota ad Alessandro Magno che fondò qui una base del suo vasto impero, chiamandola “Serepsis”.
L’isola è lunga circa 95 km e larga tra i 12 e i 14,  ed è un’isola desertica dove vivono circa 100.00 abitanti, concentrati soprattutto nel capoluogo di Dawwah.
Da Sannah partono sia traghetti che aliscafi per raggiungerla; la durata della traversata dura dai 45min all’ora circa; nel caso dei traghetti si parte nel momento in cuila nave è piena, tra camion, auto, dromedari (!) e beduini nei loro abiti tradizionali. Nel caso dell’aliscafo, invece, si viaggia in una rilassante sala climatizzata con comode poltrone dove accomodarsi.

Lo spettacolo che si presenta all’arrivo è davvero stupefacente! Quello che appare, non appena si sbarca dalla nave, è un’isola deserta in mezzo ad un mare turchese e cristallino! Qui si trova la barriera corallina più bella ed inesplorata di tutto l’Oman e tra le meraviglie che è possibile ammirare c’è il cosiddetto “corallo cervello”, che appartiene al gruppo dei coralli duri.

La ricchezza naturale di Masirah Island è assolutamente unica. All’interno, il suo punto più alto, il monte Madrub, alto 256 mt regala un paesaggio aspro e lunare. E’ proprio qui che è possibile trovare ancora antichi fossili e da lì è possibile ammirare un paesaggio mozzafiato. Le coste sono tutto un susseguirsi di spiagge meravigliosamente selvagge e deserte. Ben quattro specie di tartarughe nidificano sulle spiagge bianchissime di Masirah soprattutto durante il periodo estivo; ed è possibile avvistare circa 300 specie diverse di uccelli, tra queste anche un rapace, l’aquila bianca.
L’isola è anche il paradiso per gli appassionati di kite surfing, visto che alcuni tratti della sua costa sono spesso battute da forti venti!
Per poter ammirare ed apprezzare al meglio questo piccolo paradiso, vi consiglio di trascorrere qui almeno un paio di notti; ricordate però che le strutture ricettive sono comunque pochissime.


2 thoughts on “Masirah Island

Lascia un commento