San Antonio Palopó -Guatemala

by Teresa Torsello


San Antonio Palopò è un piccolo villaggio dove sono ancora molto evidenti i segni della antica civiltà maya che un tempo dominava il Guatemala.
E’ situato sulla costa  orientale del lago Atitlan, a circa 1562 metri s.l.m. Il santo patrono del villaggio è Sant’Antonio da Padova, da cui il nome del paese.
Gli abitanti di San Antonio Palopò hanno mantenuto le loro tradizioni e il loro stile di vita a causa del suo isolamento geografico. Ancora oggi, esso non è adeguatamente attrezzato per il turismo; non esistono infatti strutture ricettive o ristoranti.
Fino al 1980 era  possibile raggiungerlo solo dal lago, in barca, oppure attraverso un dedalo di sentieri; in seguito venne costruita la prima strada asfaltata.
Ma questo non ha modificato di molto la situazione.

San Antonio Palopò

Le strade interne sono strette e ripide e non esistono automobili. Gli indigeni appartengono alla etnia Cakchiquel e vestono i tipici abiti tradizionali.
Le donne indossano delle bluse a righe rosse, e il loro capo è avvolto da una sciarpa, anche questa rossa. Anche le camicie degli uomini sono a righe, e intorno ai fianchi legano una sciarpa di lana, come facevano gli antichi Maya.
Generalmente gli uomini lavorano i campi; le donne di San Antonio Palopò sono invece delle abili tessitrici. Durante la vostra visita potrete vederle all’opera nella strada, davanti alla loro casa, o in piccoli laboratori artigianali. Esse creano bellissime tovaglie, sciarpe e cinture.
E’ stata persino fondata una cooperativa con l’obiettivo di diffondere questa attività e di commercializzare i prodotti creati nel villaggio.
Non dovete assolutamente perdervi una visita alla piccola chiesa che domina il villaggio di San Antonio Palopò. Per raggiungerla dovrete inerpicarvi lungo una salita abbastanza ripida; ma la vista che godrete da lassù è assolutamente imperdibile! Vedrete il lago Atitlan che si stende ai vostri piedi, e ammirerete i vulcani che lo circondano!


Lascia un commento