Antigua – Guatemala

by Teresa Torsello


Antigua (il nome completo è Antigua Guatemala) fu l’antica capitale del Guatemala per oltre 300 anni e da questo trae il suo nome. Purtroppo alcuni devastanti terremoti danneggiarono gravemente la città. Nel 1979 l’Unesco la dichiarò Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco.
Uno dei fascini della città è la sua vicinanza a tre grandi vulcani: il Volcán de Agua, l’Acatenango, e Volcán de Fuego.
L’ultimo dei tre è l’unico ad essere ancora in attività, ma ad un livello molto basso. Pertanto, non ci sono eruzioni potenti, solo nel 2018 una colata di lava raggiunse Antigua.
Molte sono le attrazioni offerte dalla città, la maggior parte di esse sono edifici religiosi che in passato sono stati semi distrutti dai terremoti e in seguito ricostruiti.

La più fotografata è El Arco de Santa Catalina, che è tutto ciò che rimane di un convento del 17esimo secolo. L’arco si trova di fronte alla Iglesia de La Merced, una chiesa in stile barocco che risale al 1548, ma che subì una successiva ricostruzione.
Proprio lì vicino, si erge un antico monastero: pagando 2 $ potrete accedere e passeggiare nei suoi giardini. E soprattutto ammirate le fontane che i monaci usavano per l’allevamento dei pesci! Infine, a pochi isolati di distanza, ci sono la Chiesa di San Francisco el Grande, con le sue colonne a spirale e la tomba di Pedro de San José Betancur, canonizzato nel 2002.
Fate una puntatina nella Piazza Centrale, che è il cuore di Antigua, per ammirare la ricostruzione della fontana; questo luogo è sempre molto affollato, in quanto punto di ritrovo per gli abotanti della città.
Se vi trovate nella zona, non dovete assolutamente perdere le celebrazioni della Quaresima. Esse si protraggono per tutta la Settimana Santa, fino a Pasqua. Potrete vedere delle processioni, mentre le vie della città sono decorate con fiori secchi, aghi di pino e perfino frutta e verdura.

 

 


Lascia un commento