Aruba, l’isola felice

by Teresa Torsello


Aruba è un piccolissimo pezzo di paradiso nel cuore dei Caraibi. L’isola misura soltanto 31 chilometri in lunghezza e 10 in larghezza.
Gli abitanti di Aruba sono cordiali, calorosi e accoglienti nei confronti dei turisti. Essi hanno ascendenze diverse, la popolazione originale erano gli indiani Caiquetio, che in seguito si mescolarono con i dominatori spagnoli e olandesi.
La parte meridionale è rinomata per i suoi resort, per lo shopping e la movida notturna. La costa settentrionale, invece, offre selvagge scogliere calcaree sferzate dalle onde e dal vento. E’ qui che potrete ammirare dei ponti naturali scolpiti dalle forze della natura nel corso del tempo.

Baby bridge

Il più famoso era il ponte situato tra tra le rovine delle miniere di Bushiribana e Andicuri Beach, che purtroppo è crollato nel 2005. Nonostante tutto, molti visitatori vi si recano per scattare delle foto e per godersi la vista del Baby Bridge. Altri ponti naturali sono situati nei paraggi di Wariruri Beach, verso Black Stone Beach.
Se invece sognate spiagge di sabbia, con un azzurro mare calmo e cristallino, dovrete recarvi nella parte occidentale dell’isola.
Circa il 20 % della superficie di Aruba è occupato dal Parco Nazionale Arikok. Qui troverete spiagge caraibiche, così come deserti, cactus verdi e scogliere.
per accedervi dovrete pagare un biglietto di ingresso simbolico che viene utilizzato per il mantenimento del parco.

Grotte Fontein

Il parco ospita moltissime specie di animali e di piante. tra le varie attrazioni da non perdere, le grotte Fontein e la ‘Natural Pool’. Le spiagge migliori sono Moro,Boca Prins e Dos Playa.
Una volta al mese viene organizzato un evento, il “Movie in the Park”; è gratutio e se potete partecipare troverete questa attività molto interessante.
Le guide possono organizzare per voi dei piccoli trekking attraverso letti di fiume in secca o ammirare le incisioni rupestri indiane.
Il Bubali Bird Sanctuary ospita oltre 80 specie di uccelli migratori, qui essi nidificano e si riproducono. La Bubali Tower vi da la possibilità di osservare la zona dall’alto e di vedere meglio aironi, cormorani, folaghe e altri uccelli.


Lascia un commento