Giamaica, dove nasce il migliore caffè del mondo

by Daniela Tinè


La Giamaica è un’isola delle Grandi Antille, lunga 240 Km e larga 80 Km, situata nel mar dei Caraibi, con capitale Kingston, quest’ultima situata su una vasta baia naturale sulla sponda sud-orientale, presso le pendici meridionali della Blue Mountains.

In Giamaica il clima è tropicale, perciò ci sono poche differenze di temperatura nel corso dell’anno.
La media della temperatura minima, nelle principali località, è di 22°C mentre la massima è di 31°C. In sostanza fa caldo tutto l’anno, ad eccezione delle zone di montagna, a settentrione, nel periodo invernale, dove si possono registrare temperature più fresche, alle volte anche al di sotto dei 10°C e dal punto di vista delle precipitazioni, sono queste zone ad essere le più piovose.

Questo non vale nel resto dell’isola, dove piove decisamente di meno, grazie proprio alla presenza delle Blue Mountains che sbarrano la strada agli alisei. Per quanto riguarda il soleggiamento, qui è discreto anche nel periodo piovoso, con circa 8 ore di sole al giorno. Il periodo migliore per recarsi in Giamaica è quello da gennaio ad aprile. Negli altri mesi, prima di partire, c’è da considerare la stagione delle piogge, da fine aprile ad ottobre, molto calda e afosa, per questo si creano temporali e cicloni.

Fra le catene montuose più lunghe dei Caraibi, le maestose Blue Mountains dominano il settore orientale della Giamaica. La vetta più alta è il Blue Mountain Peak, che raggiunge i 2256 metri. Sulle pendici di queste montagne, in una profusione di foreste verdeggianti, si coltiva uno dei migliori caffè del mondo.

Ai margini orientali di Kingston, le Blue Mountains sono divenute ormai il rifugio ideale per coloro che desiderano fuggire dal caos della metropoli in continua espansione.

Le forti precipitazioni alimentano una vegetazione lussureggiante, con alberi imponenti avvolti da un verde manto di muschi, licheni epifitici, bromeliacee, bambù, felci e più di 500 tipi diversi di piante da fiore. Le montagne ospitano anche le più grandi farfalle delle Americhe (come il gigantesco macaone) e l’hutia giamaicano o Indian coney (una specie di roditore).

Se il viaggiatore si vuole gustare un buon caffè, ecco dove andare.


Lascia un commento