Lesotho – Il regno nel cielo

by Ivan Salerno > il gIvanmondo <


Il Lesotho… In quanti ci siete stati? Potrebbe sembrare una meta noiosa, invece ha tante curiosità e paesaggi bellissimi!
E’ grande 1/10 dell’Italia ed ha circa 3 milioni di abitanti. Assieme a San Marino e Città del Vaticano, è l’unica nazione ad essere enclave di un’altra nazione. E’ completamente montagnoso, tant’è che è l’unico stato al mondo ad essere completamente esteso oltre i 1.400 mt di altezza fino ad un massimo di 3.400 mt. Difatti un cartello al confine con il Sudafrica dice: “The Kingdom in the sky welcomes you”.

Alla frontiera potreste trovare fila per entrare. Con l’auto dovrete pagare una tassa di ingresso. La moneta è parificata al Rand Sudafricano, quindi non ci sarà bisogno di cambiare denaro. Attenti però a non tenervi la valuta dei Maloti quando uscirete dal Lesotho, perché non vengono accettati in Sudafrica.
Sembrerà uno scherzo, ma in Lesotho il popolo si chiama Basotho e parla il Sosotho.
Varcando la frontiera dal lato nord-ovest, ci si trova praticamente già nella capitale, Maseru. Una città bruttina, che al calar della sera, nelle zone di mercato, non incute tutta questa sicurezza.

Il simbolo del Lesotho è il cappello conico, la cui forma fu scelta dal Re Moshoeshoe I che si ispirò guardando il monte Qiloane (1 km a nord del Thaba Bosiu Cultural Village). Il cappello lo si trova sulla bandiera, sulle targhe delle auto, sui tetti delle case e soprattutto viene indossato dai pastori Basotho.

Per vederli dovrete spingervi più verso l’interno del paese e allontanarvi quindi dalle città. Le campagne sono verdi e lussureggianti. Non perdetevi una delle due dighe più importanti: Mohale Dam e Katse Dam. Infine se avete una 4×4 merita un viaggio fino alle Drakensberg Mountain e allo Sani Pass.

Basotho


Lascia un commento