Scenic Highway 1

by Teresa Torsello


La Scenic Highway 1 è probabilmente una delle strade più panoramiche al mondo; dicono anche che sia una delle più pericolose. Essa è anche chiamata Pacific Coast Highway.
Parte dal confine settentrionale della California con l’Oregon e prosegue verso sud fino a San Diego; ma sicuramente il tratto più trafficato è quello che collega due delle più importanti città dello stato, Los Angeles e San Francisco.
Essa si snoda  per oltre un migliaio di chilometri lungo la costa dell’Oceano Pacifico offrendo panorami impagabili durante tutto il percorso; coste stupende, cittadine sul mare, foreste intatte.

Il tratto più spettacolare è senza dubbio quello di Big Sur, un luogo reso immortale dall’omonimo romanzo di Jack Kerouak. Poichè è impossibile guidare e allo stesso tempo ammirare il panorama, sono state costruiti varie piazzole di sosta e belvedere dove fermarsi e godere lo spettacolo. Ma Big Sur non è solo mare: potete anche fare escursioni all’interno e passeggiate. Le poche spiagge non sono balneabili a causa della temperatura dell’acqua e delle pericolose correnti.
Se decidete di trascorrere una o più notti a Big Sur, sulla Scenic Highway 1, prenotate con largo anticipo. Una legge dello stato ha limitato la possibilità di erigere nuove costruzioni, per preservare la bellezza naturale del luogo. Pertanto il numero degli alloggi destinati ai turisti è abbastanza limitato, e di conseguenza il costo è abbastanza elevato.
Percorrendo la Scenic Highway 1 incontrerete alcune cittadine che meritano sicuramente una sosta. Tra queste meritano sicuramente una menzione San Louis Obispo con la sua architettura coloniale spagnola e Monterey, che ospita una piccola colonia di foche e di leoni di mare.
E’ possibile ammirare i leoni di mare anche su alcuni tratti di spiaggia, pigramente sdraiati al sole.
Se ne avete il tempo, visitate un’altra attrazione facilmente raggiungibile dalla Scenic Highway 1: Hearst Castle.
Si tratta della lussuosa residenza voluta da William Randolph Hearst, il magnate della stampa.
Nel 1957, a causa degli elevati costi di manutenzione, il castello venne donato allo stato della California, ed è adesso aperto al pubblico.


Lascia un commento