Death Valley – California

by Teresa Torsello


La Death Valley ha sicuramente un nome abbastanza inquietante, ma è uno dei parchi più belli e più visitati in California. Si chiama Valle della Morte perchè le forme di vita che riescono a sopravvivere in questo luogo così inospitale sono poche.
Si tratta del luogo più caldo di tutti gli Stati Uniti; e sicuramente tra i più caldi al mondo. Le temperature non scendono mai sotto i 48 gradi; e se attraversate la Valle della Morte durante i mesi di luglio/agosto vi accorgerete che possono salire fino a 54/55 gradi. Un inferno insomma…. ma un inferno che offre dei panorami unici al mondo.
La ragione di queste temperature così elevate sta nella sua posizione geografica; di tratta del punto più basso degli USA, nel punto più basso siamo a circa 86 metri sotto il livello del mare.
Proprio a causa del caldo, prima di addentrarsi nel parco è buona norma fare il pieno, controllare le gomme e fare scorte d’acqua, sia per voi che per il radiatore della vostra auto!

Infatti, ci sono solo due punti di ristoro all’interno della Death Valley: il primo, più piccolo, è Stovepipe Wells; l’altro, più grande e più attrezzato, è Furnace Creeck. Come vedete, già i nomi sono tutto un programma. In entrambi troverete uno shop e delle toilette, ma a Furnace Creeck troverete anche un ristorante e un ufficio turistico. Tutte le strutture sono gestite da nativi Americani, come capita spesso nei parchi; la Death Valley un tempo era la terra della tribù degli Shoshoni.
I panorami offerti da questo parco sono quanto mai vari; di passa dal deserto di roccia alle dune dorate, e vedrete tutti questi cambiamenti sotto i vostri occhi man mano che vi sposterete. Le due attrazioni che non potete assolutamente perdere sono Bad Waters e Zabriskie Point.
La prima è un lago salato, dove un tempo, secoli fa c’era il mare; l’evaporazione dell’acqua è stata causata dalle elevate temperature. Siamo nel punto più basso della Death Valley e sicuramente nel più caldo.
Zabriskie Point è una meraviglia, con le sue rocce di origine sedimentarie, vulcaniche ed erosive. Le forme e i colori cangianti della roccia sono il soggetto ideale per gli appassionati fotografi!


Lascia un commento