Cuba : la Isla grande

by Grazia Squillaci


Cuba, la più grande delle isole caraibiche, dalla forma che ricorda vagamente un coccodrillo, è famosa per i suoi chilometri di spiagge.

Generosa, infatti, di acque trasparenti e scintillanti arenili, essa è “preda” di orde di turisti che ne invadono la sua intera superficie.
Dalla ” Rimineggiante “, chiassosa  Varadero, con le  sue numerose discoteche e night club, si scivola via via verso i più remoti Cayos, regno di volatili e tartarughe dove nel suono del mare è possibile ritrovare se stessi.

Ma Cuba non è solo mare e sole …è molto di più !!!

 

Cuba : la isla Grande

 

E’ un entroterra fertile, è natura rigogliosa  e vanta  una significativa presenza di Parchi  e aree protette.
Fra tutti sono degni di nota, almeno a mio parere, il Parco Nazionale Desembarco del Granma, il Parco Nazionale Zapata ed il Parco Nazionale Vinales.

Nel primo, raggiungibile da Santiago de Cuba, si possono trovare numerose specie animali endemiche, come ad esempio la Lagartija de Hojarasca (una sorta di lucertola) ed i lamantini.

Nel secondo, dichiarato Riserva della biosfera, rappresentato da paludi e lagune salmastre, è possibile ammirare il coccodrillo cubano e soprattutto un ‘enorme varietà di uccelli che rendono questo parco una delle superfici   ornitologiche più importanti del Caribe.

Infine, il terzo, dichiarato Patrimonio dell’UNESCO  dal 1999, è una zona naturale tra le più conosciute. Il parco, o meglio la valle, è caratterizzata da numerosi rilievi rocciosi a forma di pan di zucchero, di origine preistorica.
Cuba è anche storia. La si vive costantemente per le vie delle sue città, nei suoi musei, monumenti e persino nei numerosi murales e manifesti in cui ci si imbatte.

E’ lo stupore di incontrare, nel bel mezzo di un’autostrada, un carretto trainato dai buoi o un contadino che ai bordi della stessa, abbevera le sue bestiole

Cuba è tutto questo e molto altro ancora …

Grazia Squillaci


4 thoughts on “Cuba : la Isla grande

  1. Grazia, sono perfettamente d’accordo con te, sul racconto di Cuba, è stato uno dei miei primi viaggi a lungo raggio, l’ho amata subito, appena ho messo piede giù dal primo scalino dell’aereo, l’ho amata, per la sua musica, per il suo popolo, per i suoi profumi, colori, mi ha incantata con le sue auto epoca anni 50. Che altro c’è da dire su Cuba, ti entra nel cuore e non ti lascia più.

Lascia un commento